Home » Blog » News » Come si fa a pagare l’IMU di dicembre? Moduli, istruzioni e importi

Come si fa a pagare l’IMU di dicembre? Moduli, istruzioni e importi

Le dichiarazioni Imu 2012 hanno finalmente un modello definitivo. A seguito della definizione delle aliquote Imu nei principali Comuni, il Ministro dell’Economia e delle Finanze ha potuto dare via libera, firmando il decreto che approva il modello di dichiarazione agli effetti dell’imposta municipale propria (Imu) con le relative istruzioni. Si attende ora solo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale ma intanto, il Ministero, fa già sapere che il modello dovrà essere utilizzato a decorrere dall’anno di imposta 2012.

Sebbene si parli di aliquote Imu in aumento del 200% per gli immobili in affitto, una buona notizia per i contribuenti alle prese con la dichiarazione c’è: chi volesse infatti accedere al modello dichiarativo e alle relative istruzioni non dovrà far altro se non consultare il sito internet www.finanze.gov.it e reperire tutte le informazioni necessarie. Cerchiamo, intanto, di capire tutti i dettagli previsti dal modello dichiarativo appena approvato.

Le scadenze
Nel caso degli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2012, resta fissato al 30 novembre 2012 il termine per la presentazione della dichiarazione. “Abbiamo approvato la modulistica ma i Comuni devono rispettare la scadenza per indicare l’aliquota Imu”. Ha detto il ministro dell’Economia, Vittorio Grilli. Lo scorso 31 ottobre infatti, tutti i Comuni hanno proseguito con il varo delle definitive delibere relative alle aliquote Imu. Dalla parte dei contribuenti invece, il termine per il versamento a saldo dell’Imu, messe da parte tutte le polemiche dei giorni scorsi, è stabilito al prossimo 17 dicembre 2012. Ovviamente, come precisato anche da una nota del ministero dell’Economia «nel caso in cui i Comuni non dovessero deliberare sulle aliquote, si applicheranno quelle previste dall’articolo 13 del decreto legge n. 201/2011 e cioè: 0,4% per l’abitazione principale e per le relative pertinenze, 0,2% per i fabbricati rurali ad uso strumentale, 0,76% per gli altri immobili. Resta fissato al 30 novembre 2012 il termine per la presentazione della dichiarazione Imu, per quanto riguarda gli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2012».

Le istruzioni da seguire
Innanzitutto è bene sapere che la presentazione della dichiarazione Imu diventa obbligatoria, oltre che nel caso in cui siano sorte variazioni rispetto a quanto risulta dalle dichiarazioni Ici già presentate, in altri casi specifici che andiamo ora ad elencare. Nel caso in cui via siano fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, fabbricati di interesse storico o artistico, gli immobili per i quali il Comune abbia deliberato la riduzione dell’aliquota, i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita e i terreni agricoli. Le dichiarazioni devono ovviamente esser presentate ai Comuni presso i quali siano ubicati gli immobili.
Cliccando sul link è possibile consultare le istruzioni per la compilazione della dichiarazione.

La compilazione del modulo
Qui di seguito mettiamo invece a disposizione una copia del modello di dichiarazione Imu, da compilare in ogni sua parte seguendo le apposite istruzioni.

Fonte: www.vostrisoldi.it

Lascia un commento


+ 5 = 13